Home Page > Chi siamo > Carisma > Novena al Sacro Cuore di Gesù

Novena al Sacro Cuore di Gesù

  Primo giorno   

 Gesù ci ha conosciuti e amati, tutti e ciascuno, durante la sua vita, la sua agonia e la sua passione, e per ognuno di noi si è offerto: “ Il Figlio di Dio mi ha amato e ha dato se stesso per me” (Gal 2,20). Ci ha amati tutti con un cuore umano. Per questo motivo, il sacro Cuore di Gesù, trafitto a causa dei nostri peccati e per la nostra salvezza, “è considerato il segno ed il simbolo principale … di quell'infinito amore, col quale il Redentore divino incessantemente ama l'eterno Padre e tutti gli uomini” (cfr. Pio XII, Lett. Enc. Haurietis aquas).


Chi vuol donare amore, deve egli stesso riceverlo in dono. Certo, l'uomo può — come ci dice il Signore — diventare sorgente dalla quale sgorgano fiumi di acqua viva (cfr Gv 7, 37-38). Ma per divenire una tale sorgente, egli stesso deve bere, sempre di nuovo, a quella prima, originaria sorgente che è Gesù Cristo, dal cui cuore trafitto scaturisce l'amore di Dio (cfr Gv 19,34). (Benedetto XVI, Lett. Enc. Deus caritas est, n.7)


O Cuore sacratissimo di Gesù, fonte viva e vivificante della vita eterna, tesoro infinito della Divinità, fornace ardente del divino amore, tu sei il luogo del mio riposo, l'asilo della mia sicurezza.

O mio amabile Salvatore, accendi il mio cuore di quell'amore ardentissimo di cui è acceso il tuo; versa nel mio cuore le innumerevoli grazie di cui il tuo è la sorgente.

Fa' che la tua volontà sia la mia, e che la mia sia eternamente la tua.

Amen.


  Secondo giorno
  Terzo giorno
  Quarto giorno
  Quinto giorno
  Sesto giorno
  Settimo giorno
  Ottavo giorno
  Nono giorno

Torna alla pagina precedente